SPORE ATOMI STELLE

Symphony, uno dei due quadri di Mark Francis, dà l’idea di un reticolo venoso con spore come punti di coagulo. La struttura di un organismo sconosciuto scoperto da uno scienziato al microscopio? L’altro quadro, Zenith, ha un fondo monocromo blu e qua e là disseminate oblunghe frange nere, come un’eclisse di stelle pulsanti… I dipinti di Alberto Di Fabio sono vortici, caleidoscopi di atomi…. C’è qualcosa della certosina sapienza di un monaco tibetano, intento a disegnare un mandala di sabbia al suolo, nell’esercizio pittorico quotidiano di Di Fabio… Matteo Montani, anche lui come gli altri, rasenta l’astrazione senza abbracciarla del tutto. La sua immaginazione corre a briglia sciolta. Affiora nei due quadri in mostra il mondo fantastico che gli è proprio. In uno ti sembra che il mare abbia preso il posto del cielo e non sai più se sono nuvole o onde a incresparlo. Nell’altro amebe di luce blu si protendono al centro della tela come lucciole nel buio universo…

Fabio Sargentini

spore_atomi_stelleq0
spore_atomi_stelleq1
spore_atomi_stelleq2
spore_atomi_stelleq3
spore_atomi_stelleq4
spore_atomi_stelleq5
spore_atomi_stelleq6
spore_atomi_stelleq7
spore_atomi_stelleq8
previous arrow
next arrow
Alberto Di Fabio, Mark Francis, Matteo Montani